PDCI-Ancona

il Blog dei comunisti italiani, sezione “Tina Modotti”

Archivi per Giugno, 2008

CHI PAGA L’ABOLIZIONE DELL’ICI

Lunedì, Giugno 23rd, 2008

Una misura di modesto sollievo per le famiglie, ma di grande effetto mediatico, è stata l’abolizione per tutti del’ICI sulla prima casa da parte del governo Berlusconi (che Prodi aveva invece abolito solo per i redditi piu bassi). Quello che non era stato detto in campagna elettorale e di cui poco ora si parla è come viene finanziata.

Risulta dal Decreto Legge n. 93 del 27 maggio 2008 recante appunto “disposizioni urgenti per salvaguardare il potere di acquisto delle famiglie”. Il titolo è propagandistico stile “ambulante-che-vende-i-piatti-24-pezzi- porcellana-purissima-8-euro” alla fiera di maggio di Ancona. Il decreto contiene anche il “prestito ponte” di 300 milioni ad Alitalia (la fantomatica “cordata” degli amici di Berlusconi che dovrebbero rilevare l’azienda è dunque una… “famiglia”!). Contiene la detassazione per gli straordinari (aliquota al 10% per i dipendenti del settore privato), la quale più che salvaguardare le famiglie, salvaguarda e accresce lo sfruttamento del lavoro e sul lavoro.

Basti ricordare che i morti alla Thyssen Krupp hanno forse pagato anche per la stanchezza delle troppe ore continuate di lavoro…

Quanto all’ICI ecco dove prende i soldi quel “gran genio” di Tremonti, per ottemperare ai proclami sensazionalistici del suo datore di lavoro. Leggi tutto il post »

Jesi-Montecappone 20 GIUGNO 1944 = ATTUALITA’ DELL’ANTIFASCISMO

Sabato, Giugno 21st, 2008

Si è tenuta anche quest’anno a Jesi con grande e commossa partecipazione di popolo la cerimonia in<!--enpts-->jesi.JPG<!--enpte--> ricordo dell’eccidio di sette giovani a Montecappone il 20 giugno 1944. Alla presenza del sindaco Belcecchi ha tenuto il discorso ufficiale lo storico Ruggero Giacomini, che ha presentato nuove ipotesi su chi siano stati gli autori, mai processati e puniti, e sottolineato l’attualità dell’antifascismo e il dovere di ricordare nel rispetto della verità, senza confondere storia e memorie. Di seguito il testo dell’intervento.

Ringrazio il Sindaco Belcecchi e l’assessore Valentina Conti per l’invito a questa manifestazione che so e vedo molto radicata nella tradizione democratica di Jesi.

Dove si uniscono insieme il ricordo devoto dei giovani martiri del 20 giugno e la memoria della Resistenza e della lotta partigiana da cui sono nate la Repubblica, la Costituzione democratica, la possibilità di lottare con metodo democratico per una società socialmente più giusta e più avanzata.

I fatti sono nella storia: a Jesi il 20 giugno ci fu un rastrellamento nel popolare quartiere di via Roma, i catturati, una Leggi tutto il post »