PDCI-Ancona

il Blog dei comunisti italiani, sezione “Tina Modotti”

Archivi per Febbraio, 2012

AFFOLLATA PARTECIPAZIONE AL CONVEGNO SULLA CANTIERISTICA

Domenica, Febbraio 26th, 2012

<!--enpts-->cantierisca_1.jpg<!--enpte--> <!--enpts-->25-2-12-028.jpg<!--enpte-->  <!--enpts-->25-2-12-051.jpg<!--enpte--> C’è stato un momento di alta intensità emotiva al convegno sulla cantieristica svoltosi sabato in Ancona nella sala consiliare per iniziativa dei Comunisti italiani, con la partecipazione di operai e rappresentanti sindacali dei principali cantieri navali italiani. E’ stato quando Pierpaolo Pullini della RSU Fincantieri di Ancona e Silvestro Turicelli della Fincantieri di Marghera si sono abbracciati, a suggello di una solidarietà di classe che ha resistito alle manovre con cui l’amministratore delegato Bono ha cercato di dividere e contrapporre fabbrica a fabbrica, operaio ad operaio. L’accordo positivo strappato dagli operai nei  cantieri navali e ad  Ancona in particolare con una lunga e dura lotta, riducendo e impostando le “mobilità” su base volontaria e ottenendo la ripartenza del lavoro, non ha risolto e non poteva risolvere  le difficoltà e negatività della cantieristica nazionale prodotto della politica della dirigenza Fincantieri in questi anni. Una svolta nella politica nazionale della cantieristica, l’intervento dello stato con investimenti nella ricerca e un piano industriale di rilancio sono in sintesi le richieste emerse dall’affollato convegno anconetano, da sostenere con una mobilitazione sindacale e politica,  che il segretario nazionale PdCI  Oliviero Diliberto ha lanciato  nelle conclusioni con un appello a tutte le forze della sinistra, nel quadro della necessità del paese di  rimettere al centro il lavoro rispetto al governo e al potere della finanza. Il pieno sostegno dei comunisti va alle lotte operaie e allo sciopero del 9 marzo indetto dalla Fiom con manifestazione nazionale a Roma. Il segretario Fiom Ciarrocchi ha delineato in un intervento lucido e appassionato la figura del sindacalista oggi necessario, non burocrate da ufficio  ma  organizzatore di lotte legato strettamente ai lavoratori. Il convegno è stata presieduto dalla segretaria PdCI di Ancona Loretta Boni e introdotto dal segretario regionale Cesare Procaccini e ha visto la partecipazione di molti lavoratori e giovani. E’ stato presente e ha portato un saluto istituzionale il sindaco Gramillano.

ANCONA: INDECOROSA GIRAVOLTA AL COMUNE SULLA TESTA DELLA CITTA’

Venerdì, Febbraio 24th, 2012

La lunga crisi agonica al comune di Ancona si conclude per il momento con una piroetta acrobatica per cui PD e Sindaco imbarcano l’Udc, in barba ai comportamenti elettorali ai programmi e al voto dei cittadini. Il sindaco ritira le dimissioni e l’Idv per non restare tagliata fuori dalla spartizione dei posti si precipita col segretario Eusebi a mettere la firma, ma è (per ora) lasciata fuori della porta. Giravolte farsesche,  indice del degrado del costume politico e del disprezzo di principi e regole democratiche, su cui congiuntamente   PdCI-PRC –Federazione della Sinistra di Ancona hanno pubblicato il seguente commento:

Si aggrava la rottura a sinistra, con l’estromissione anche di Sinistra per Ancona e di Eugenio Duca dalla maggioranza dopo che si era praticata  la rottura con i comunisti e la federazione della sinistra.

Ci si accorda con l’Udc che aveva presentato alle elezioni un proprio candidato sindaco e un proprio programma contrapposti al sindaco Gramillano e al programma di centro sinistra, e che al ballottaggio ha sostenuto Bugaro contro Gramillano.

Si tratta di un ribaltone politico e programmatico  sulla testa degli elettori, di un accordo di spartizione di potere senza dignità, al quale non a caso l’Idv di Favia  si è precipitata ad aderire.

Si ridà spazio alle logiche affaristiche e si lacera la democrazia, che esige che quando una maggioranza politica e programmatica approvata dai cittadini non c’è più si debba ridare la parola ai cittadini.

Di fronte a questo spettacolo è preferibile il commissario…

I SEGRETARI PDCI E PRC ANCONA – FDS ANCONA

Loretta Boni, segretaria Sezione “Modotti”  PdCI Ancona

Enrico Massera, segretario circolo “Guevara”  PRC Ancona

Riccardo Nutricato, segretario circolo “Gramsci” PRC Ancona

ASSEMBLEA SULLA CANTIERISTICA AD ANCONA SABATO 25 INTERVIENE DILIBERTO

Martedì, Febbraio 21st, 2012

La lunga e dura lotta degli operai del cantiere navale di Ancona, strettamente uniti attorno alla RSU e mai lasciati soli dalla FIOM, è sfociata in un accordo positivo che ha ridimensionato drasticamente le “mobilità” e ottenuto la ripartenza del lavoro.Tuttavia permangono le gravi deficienze dimostrate in questi anni dalla dirigenza aziendale,  non c’è un piano industriale di sviluppo in grado di far uscire la cantieristica nazionale dalle secche in cui l’ha condotta una politica miope, rivolta solo a colpire il lavoro e i lavoratori, permane l’incertezza sulle prospettive complessive del settore.Per discutere di questo, il partito dei comunisti italiani e il gruppo consiliare regionale della federazione della sinistra promuovono per sabato 25 febbraio 2012 in Ancona  - inizio ore 15 sala del consiglio comunale Largo 24 Maggio 1 -  un convegno nazionale, a cui partecipano operai delle RSU dei vari cantieri italiani ed esponenti della Fiom e a cui interviene il segretario nazionale del partito OLIVIERO DILIBERTO.  

“CRISI DELLA CANTIERISTICA LOTTE OPERAIE E PROGETTO PER IL LAVORO” è il tema dell’assemblea di sabato 25 febbraio ore 15,00  in Ancona presso la sede centrale del Comune,

a cui intervengono:

Giuseppe Ciarrocchi, segretario regionale FIOM-CGIL

Raffaele Bucciarelli, presidente gruppo regionale FdS Consiglio regionale Marche

Pierpaolo Pullini, RSU-FIOM  Fincantieri Ancona

Silvestro Turicelli, RSU-FIOM Fincantieri Venezia

Francesco Piastra, responsabile cantieristica Fiom-Cgil Palermo

Antonio Santarelli, responsabile cantieristica Fiom-Cgil Napoli

Giulio Troccoli, RSU-FIOM Cantieri navali Sestri Ponente Genova

Fosco Giannini, responsabile nazionale lavoro di massa PdCI

I lavori, presieduti dalla compagna Loretta Boni, segretaria PdCI di Ancona, verranno introdotti da Cesare Procaccini segretario regionale PdCI  e conclusi dal segretario nazionale<!--enpts-->ancona_cantiere.jpg<!--enpte-->

RICORDO DI GUIDO CAPPELLONI COMUNISTA

Lunedì, Febbraio 13th, 2012

Domenica mattina, d’improvviso, ma non inaspettatamente, il compagno Guido Cappelloni ci ha lasciati. L’ultima immagine che ho di lui rompe la diga dell’oblio e rapidamente riaffiora: si era fianco a fianco in una riunione della direzione nazionale del PRC. Guido  - marchigiano - mi chiedeva dei compagni di Ancona, di Fermo, voleva notizie di loro. Il suo corpo era smagrito, il viso affilato, la malattia – quella che ancora non perdona – lo aveva assalito da tempo. Come stai ? – gli chiesi. Non ho molto- rispose.

La debolezza del suo corpo si vedeva; la sofferenza che lo attraversava si sentiva. Ma debolezza e sofferenza erano controllate, dominate. Esse non alteravano lo stile sobrio, composto, il modo d’essere di Guido, che non tradiva, in nessun gesto, in nessuna parola né paura né ansia. Era, ancora, il “suo” stile, che sempre lo ha contraddistinto, attraverso tutti i marosi – sia politici che esistenziali – che pure nella vita ha attraversato.

Leggi tutto il post »

LE (ULTIME) DIMISSIONI DEL SINDACO GRAMILLANO

Mercoledì, Febbraio 8th, 2012

“Dopo mesi di snervanti tira e molla, di ricerca improbabile del “ventunesimo consigliere” il sindaco Gramillano  si è dimesso rimettendo al Consiglio Comunale la responsabilità della scelta finale. L’accordo fra partiti che Gramillano non ha firmato avrebbe lacerato definitivamente il legame con gli elettori, già oggi gravemente compromesso dopo l’ indebita estromissione della sinistra che aveva contribuito in modo decisivo alla sua elezione; e avrebbe accreditato proprio quelle forze che gli hanno impedito di realizzare il programma per cui era stato votato.

L’IDV di Favia, che dietro la richiesta di una amministrazione “di qualità” sin da subito ha nascosto una cinica e assillante ricerca di posti per i suoi sodali, è il principale responsabile dell’immobilismo nel governo della città in degrado. Il PD cittadino ha purtroppo risposto alle coercizioni di Favia con una insipienza incredibile, dovuta alle proprie divisioni interne.

I cittadini di Ancona smarriti e sconcertati pagano, oltre alla crisi economica generale, il prezzo alto di una crisi politica le cui conseguenze sono sotto gli occhi di tutti … Questa volta il Sindaco ha detto no ad una manovra imposta da Favia/Ucchielli che vuole mettere in campo un governo ed un programma che stravolge completamente il suo mandato popolare.

La coltre di neve che copre la città aggiunge nuove emergenze, nuove difficoltà…  ad oggi  non sappiamo ancora come andrà a finire, ma ridare la parola ai cittadini è ormai l’unica strada possibile se si vuole davvero sgombrare il campo dalle logiche affaristiche e riprendere la  via della democrazia senza la quale non ci può essere alcuna vera uscita da questa crisi.”

I SEGRETARI PDCI E PRC ANCONA – FDS ANCONA

Loretta Boni, segretaria Sezione “Modotti”  PdCI Ancona

Enrico Massera, segretario circolo “Guevara”  PRC Ancona

Riccardo Nutricato, segretario circolo “Gramsci” PRC Ancona

ANCONA: I CONSIGLIERI DI CIRCOSCRIZIONE SUGLI ONERI DI URBANIZZAZIONE

Sabato, Febbraio 4th, 2012

I consiglieri di Circoscrizione della Federazione della Sinistra (PdCI-Prc) - Loretta Boni , Silvia Matricardi e Fabrizio Fiori  - intervengono con una importante presa di posizione sulla questione degli oneri di urbanizzazione,  che riportiamo integralmente:

“Nei giorni scorsi, in tutte e tre le circoscrizioni del Comune di Ancona, è stato chiesto il parere “sul nuovo regolamento per la determinazione dell’incidenza degli oneri di urbanizzazione”, oneri che sono rimasti praticamente fermi da 10 anni a questa parte mentre il costo delle case è lievitato in maniera spropositata. Leggi tutto il post »

SABATO 11 FEBBRAIO: A ROMA CON LA FIOM

Mercoledì, Febbraio 1st, 2012

In violazione dello Statuto dei Lavoratori e degli articoli della Costituzione che garantiscono la libertà di organizzazione, la Fiom è stata espulsa dalle fabbriche Fiat e i lavoratori in cassintegrazione iscritti alla Fiom non vengono richiamati negli stabilimenti. Questa vergognosa discriminazione e abrogazione di fatto dei diritti costituzionali viene ignorata dalle maggiori forze politiche, dal governo Monti, dalle più alte cariche istituzionali e dai media. Ma quando nei luoghi di lavoro viene cancellata la democrazia, essa è già lacerata  anche nella società. Quando ai lavoratori si toglie il diritto e la libertà di scegliersi i propri rappresentanti in fabbrica, c’è già  chi  pensa a togliere ai cittadini il diritto e la libertà di scegliersi i propri rappresentanti in parlamento, diritto e libertà già limitati dalle leggi elettorali maggioritarie sbarratorie. Per questo la manifestazione dell’11 febbraio a Roma indetta dalla Fiom riguarda l’intero movimento operaio e democratico, i comunisti italiani invitano tutti alla mobilitazione e alla partecipazione.

IN TANTI A ROMA PER IL LAVORO LA LIBERTA’  E I DIRITTI DEMOCRATICI , PER IL CONTRATTO NAZIONALE , IL SUPERAMENTO DELLA PRECARIETA’ E UN NUOVO MODELLO DI SVILUPPO

Pulman da ANCONA 

ORE 8.00  PIAZZALE FINCANTIERI/  FIERA DELLA PESCA   PRENOTAZIONI PRESSO LA FIOM  (GIUSEPPE CIARROCCHI 3485860200, SARA GALASSI 3294235842)  PdCI: PAOLO TOMASSONI (cell 348-3230061)