PDCI-Ancona

il Blog dei comunisti italiani, sezione “Tina Modotti”

Archivi per Giugno, 2012

COME (NON) SI ESCE DALLA CRISI

Giovedì, Giugno 21st, 2012

I rimedi lacrime e sangue presentati via via come risolutivi dai governi del capitale di fronte alla crisi, non risolvono niente, peggiorano solo la situazione in un avvitamento che sprofonda sempre più in basso.

Le inique tasse al popolo della cura Monti, tutelando i ricchi e non disturbando chi porta capitali all’estero, riducono consumi e aggravano la crisi di sovrapproduzione industriale: meno vendite meno produzione meno occupazione… e meno entrate fiscali per lo stato.

Il ristagno della produzione accresce le difficoltà per la rendita del capitale finanziario, rafforzando la tendenza alla speculazione in borsa, sui titoli pubblici e i prezzi delle materie prime.

Dal centro dell’impero con le sue agenzie di rating, la finanza anglosassone aggredisce l’Euro e l’Europa, colpendo i paesi mediterranei (Grecia, Spagna, Italia…) i cui governi sono incapaci di una politica di difesa nazionale e partecipano invece alle politiche di riarmo, di disinformazione e incentivazione di nuove folli guerre.

Esemplare del grave stato dell’Italia è la Fiat, un tempo principale industria nazionale oggi affidata a un liquidatore extracomunitario che paga le tasse in Svizzera, guida la crociata antioperaia e lavora nell’acquiescenza dle governo per l’industria automobilistica americana.

La coalizione BBC (Berlusconi Bersani Casini) che sostiene il governo Monti si ritrova in interessi spartitori di bottega (nomine) e nelle misure antidemocratiche contro i lavoratori sull’art.18.

Di fronte a tutto ciò noi comunisti italiani proponiamo che si realizzi UN LARGO COMBATTIVO UNITARIO E PROPOSITIVO FRONTE DELLA SINISTRA, che sia riferimento e aggregazione delle forze sociali del lavoro, forze politiche dalla parte della classe operaia e movimenti per i diritti, i beni comuni, la difesa e l’attuazione della Costituzione, la pace e l’indipendenza nazionale. Sapendo che dalla crisi del capitalismo si può uscire solo con ELEMENTI DI SOCIALISMO e per ottenerlo occorre costruire velocemente NUOVI RAPPORTI DI FORZA. 

IPOCRITA CINICA FALSA… COME LA POLITICA DEL GOVERNO DI CUI FA PARTE

Martedì, Giugno 12th, 2012

Esprimiamo piena solidarietà all’INPS-  che ha il compito istituzionale della “previdenza sociale” e dunque di preoccuparsi dei lavoratori  – di fronte all’inqualificabile  attacco della ministra Fornero, irritata perché non è stato tenuto nascosto  il vero numero  degli “esodati”, a cui sta rovinando  la vita coi suoi provvedimenti, 390mila invece dei …  60mila con cui voleva  far credere di aver risolto il problema! E questi sono i  campioni del “liberalismo” che pretendono di insegnare l’etica ai comunisti. Per noi, come diceva Gramsci, DIRE LA VERITA’ è una necessità della politica rivoluzionaria, imbrogliare è invece sempre più necessario a chi vuole far sopravvivere l’iniquo  sistema capitalistico esistente.