PDCI-Ancona

il Blog dei comunisti italiani, sezione “Tina Modotti”

Archivi per Agosto, 2013

SIRIA: IL PARLAMENTO BRITANNICO VOTA CONTRO LA GUERRA

Venerdì, Agosto 30th, 2013

Con 285 voti contro 272 il parlamento britannico ha bocciato clamorosamente la proposta di Cameron di partecipare all’aggressione contro la Siria. E’ una presa di posizione importante, che rafforza e incentiva il movimento mondiale contro la guerra.

Persiste tuttavia la volontà dell’imperialismo USA di fomentare la guerra civile in Siria, buttare bombe sul paese e rovesciare il Governo per mettere sotto controllo anche quell’area, con la collaborazione di TURCHIA, ARABIA SAUDITA ED EMIRATI.

Occorre sviluppare una larga mobilitazione unitaria contro questa nuova guerra “umanitaria”, e per una soluzione pacifica della crisi siriana.

Leggi tutto il post »

OBAMA SULLE ORME DI BUSH: AL VIA L’AGGRESSIONE ALLA SIRIA

Martedì, Agosto 27th, 2013

Navi da guerra americane si dirigono verso la Siria, precedute secondo rivelazioni de “Le Figaro” dall’ingresso in territorio siriano a metà agosto a scopo di provocazione di squadre speciali addestrate dagli Usa  in Giordania. Obiettivo: fornire la giustificazione per l’aggressione, e cioè l’uso del gas nervino. Non ci sono prove che  le truppe governative abbiano usato il gas nervino,  mentre ci sono forti indizi che gruppi del cosiddetto “esercito ribelle”  abbiano fatto uso del gas nervino per  farne ricadere la colpa sul Governo siriano.

Lo ha rivelato una fonte insospettabile come la cittadina svizzera Carla del Ponte, già osannato procuratore del Tribunale penale internazionale per la ex Jugoslavia, che con la Commissione ONU che indaga sui diritti umani in Siria  ha potuto verificare che le armi chimiche, e precisamente il gas Sarin, “sono state usate dagli oppositori, dai ribelli”.

Mentre la Commissione ONU si apprestava in Siria a portare avanti i suoi lavori e si preparava una conferenza internazionale sulla crisi siriana,  Obama rompe gli indugi, sposa la politica bellicista dell’imperialismo americano e fa come Bush,  che aveva scatenato la guerra in Iraq con il pretesto (a posteriori smentito) delle “armi di distruzione di massa”.

Si esibiscono «prove» dai «ribelli», fabbricate al  centro di propaganda a Istanbul, organizzato dal Dipartimento di stato americano che confeziona video da fornire ai media mondiali.

E poiché si ritiene che dopo i precedenti ingannevoli di Afganistan, Iraq e Libia difficilmente il Consiglio di sicurezza dell’Onu potrebbe prestarsi ad avallare un’altra aggressione a uno stato indipendente, si progettano come per il Kossovo bombardamenti della Nato senza mandato Onu, per aiutare ribelli e mercenari con appoggi diretti ad avanzare a terra.

Lo stesso Obama che ha evitato pudicamente di qualificare come “colpo di stato” il rovesciamento in Egitto del presidente eletto, che altrimenti non avrebbe potuto continuare a tenere a libro paga i militari.

L’imperialismo USA in difficoltà sul piano economico e culturale, reagisce al suo declino con la forza delle armi, spingendo il mondo una guerra dopo l’altra verso la catastrofe.

È necessario mobilitarsi

-  NO ALL’AGGRESSIONE USA E NATO IN SIRIA

- L’ITALIA NON PARTECIPI E NON CONSENTA L’USO DELLE BASI E DELLO SPAZIO AEREO NEL PROPRIO TERRITORIO;

- RITIRO DELLE TRUPPE ITALIANE DAI TEATRI DI GUERRA.

- SI ABOLISCA L’IMU E FINANZINO LE SPESE SOCIALI E L’ISTRUZIONE TAGLIANDO LE SPESE MILITARI.

LETTERA APERTA AL SINDACO SULLO STATO DEGLI ANZIANI AD ANCONA E PER L’USO SOCIALE DELL’EX LANCISI

Sabato, Agosto 3rd, 2013

Dal COMITATO “A. PAOLINELLI” PER L’USO SOCIALE DELL’EX OSPEDALE “LANCISI”

Cara Sindaco

Nella città di Ancona è nota ormai da tempo la  situazione precaria in cui versano gli anziani, evidenziata anche dall’impegno di questo Comitato per l’uso sociale dell’ex Lancisi.

Se davvero Lei ha intenzione come ci è parso dalle notizie di stampa di prestare finalmente attenzione a questo importante problema per dargli una soluzione, la cosa non può che farci piacere.

Infatti nel Comune di Ancona, nonostante i suoi oltre 100mila abitanti e i suoi 25mila anziani over 65 anni, non esistono posti letto per residenze sanitarie assistenziali (RSA) e posti letto per malati terminali (hospice). Inoltre i posti letto per residenze protette (RP) convenzionati raggiungono appena il 2% della popolazione anziana sopra i 75 anni.

Leggi tutto il post »

DIFENDERE E ATTUARE LA COSTITUZIONE: SOSTENIAMO L’APPELLO DEL “FATTO QUOTIDIANO”

Venerdì, Agosto 2nd, 2013

<!--enpts-->respect-costituzione.jpg<!--enpte-->

Nel 2006 lo stravolgimento della Costituzione che il PDL e la Lega volevano imporre fu respinto a grande maggioranza con referendum del popolo italiano, che confermò la validità della Costituzione uscita dalla Resistenza.Oggi il tentativo di stravolgimento si rinnova con il disegno di legge costituzionale approvato dal Consiglio dei ministri il 6 giugno 2013, che cambia modi e tempi per la riforma della Costituzione stravolgendo l’art. 138 della Carta, e che potrebbe passare col sostegno di una larga maggioranza, essendosi il PD oggi alleato a  Berlusconi, dopo aver chiesto e avuto i voti per cacciarlo via e cambiare la politica. Si vuole svuotare di potere il Parlamento rappresentativo più legato al popolo, e andare verso il Presidenzialismo, in cui pochi o uno solo decidano per tutti.

I comunisti italiani dal congresso straordinario invitano tutti i democratici alla unione e alla mobilitazione contro questo disegno eversivo e propongono di COSTITUIRE ovunque, nei territori e nei luoghi di lavoro, COMITATI UNITARI PER LA DIFESA E L’ATTUAZIONE DELLA COSTITUZIONE. Oggi più che mai la Costituzione è valida e  indica la strada per uscire dalla grave crisi  in cui l’asservimento dei governanti al capitalismo e al liberismo ha portato il Paese. Occorre dunque applicarne i principi fondamentali, che sono:

- PRIMATO DELL’INTERESSE PUBBLICO;

- DIRITTO PER TUTTI E TUTELA DEL LAVORO;

- VALORIZZAZIONE DEI BENI COMUNI;

- SISTEMA FISCALE BASATO SULLA IMPOSIZIONE PROGRESSIVA;

- RIFIUTO DELLA GUERRA PER LA SOLUZIONE DELLE CONTROVERSIE INTERNAZIONALI.

Il che significa subito:

-  RITIRO DALLA PARTECIPAZIONE AD OCCUPAZIONI DI ALTRI PAESI E AD AGGRESSIONI DI ALTRI POPOLI;

-  UTILIZZO DELLE INGENTI RISORSE DESTINATE A TALI IMPRESE E ALL’ACQUISTO DI ARMI COME GLI F35 PER INVESTIMENTI  UTILI A PROMUOVERE  L’OCCUPAZIONE GIOVANILE.

CONTRO L’ATTACCO ALLA COSTITUZIONE ATTRAVERSO IL GRIMALDELLO DELLA MODIFICA DELL’ART.138 DELLA COSTITUZIONE INVITIAMO A SOTTOSCRIVERE E DIVULGARE L’APPELLO LANCIATO DAL “FATTO QUOTIDIANO”.

Per firmare l’appello clicca qui:

https://www.change.org/it/petizioni/costituzione-non-vogliamo-la-riforma-della-p2-firma-l-appello