PDCI-Ancona

il Blog dei comunisti italiani, sezione “Tina Modotti”

Archivi per Giugno, 2015

ONORE AL CORAGGIOSO POPOLO GRECO

Giovedì, Giugno 25th, 2015

<!--enpts-->tsipras-lagarde2.jpg<!--enpte-->  Il popolo greco è oggi all’avanguardia della lotta dei popoli europei per la libertà e la dignità sociale. Quali che siano gli sviluppi – e noi comunisti italiani siamo completamente dalla parte del popolo greco -, la lunga e difficile trattativa condotta dal  leader greco Tsipras ha già avuto il grande merito di aver portato allo scoperto che dietro la facciata “tecnica” delle questioni del debito c’è una feroce lotta di classe, che le istituzioni finanziarie del Fondo monetario internazionale controllato dagli Stati Uniti e le loro protesi europee conducono  contro i lavoratori e i popoli.

Sono mesi che queste istituzioni premono perché siano tagliate le già misere pensioni e colpiti i diritti previdenziali dei lavoratori e per aumentare l’IVA, che deprimerebbe ulteriormente  le attività economiche e produttive. L’argomento usato come una clava era che non era sufficiente un avanzo primario dello 0,85% per il primo anno come previsto dal precedente piano greco, ma occorreva fin da subito arrivare all’1%.

Ebbene la Grecia ha presentato ora un piano che soddisfa a questo obiettivo, prevedendo un aumento delle imposte per i redditi superiori ai 500 mila euro. Cauta iniziale disponibilità di Bruxelles, il compromesso sembra fatto e le borse sono euforiche. Ma arriva il NO feroce dell’arpìa del FMI, a cui le parti europee servilmente si adeguano. Le tasse sui ricchi devono essere ritirate,  sono le pensioni povere che si devono tagliare.  Non è più una questione di conti, ma una feroce lotta di classe. E non si vogliono governi indipendenti, ma governi servi.

La causa della Grecia non riguarda solo i greci ma il presente e il futuro dei lavoratori e dei popoli tutti europei. Basta ricatti e imposizioni, basta in Europa governi servi: libertà indipendenza sviluppo sociale per tutti.

L’ISTITUTO GRAMSCI MARCHE HA DISCUSSO CON LO STORICO AGOSTI IL LIBRO DI GIACOMINI “IL GIUDICE E IL PRIGIONIERO”

Domenica, Giugno 14th, 2015

<!--enpts-->giudice-e-prigioniero-sito.jpg<!--enpte-->  Si è tenuta in Ancona  presso la sala ANPI il 21 maggio scorso ad iniziativa dell’Istituto Gramsci delle Marche la presentazione e discussione sul libro  “Il giudice e il prigioniero. Il carcere di Antonio Gramsci”, di Ruggero Giacomini, editore Castelvecchi,  con l’intervento dello storico  ALDO AGOSTI  docente emerito dell’Università di Torino, autore di numerosi studi e pubblicazioni sulla storia dei movimenti politici della sinistra e i suoi maggiori protagonisti, in particolare  sulla Terza Internazionale e Togliatti.

All’iniziativa, introdotta da Nino Lucantoni, dell’Istituto Gramsci Marche, sono intervenuti anche Massimo Papini, Presidente dell’Istituto di Storia Marche e  l’Autore.

Qui di seguito è possibile vedere la videoregistrazione:

https://pdcimarche.wordpress.com/2015/06/10/aldo-agosti-discute-il-giudice-e-il-prigioniero/

LA SINISTRA DOPO LE ELEZIONI: CHE FARE

Venerdì, Giugno 12th, 2015

Il dato politico principale delle recenti elezioni regionali è l’aggravata instabilità del sistema politico.  Tutte le principali forze politiche perdono voti in assoluto in maniera massiccia, ad eccezione della Lega,  che diventa principale riferimento  delle forze reazionarie e  fasciste, vecchie e nuove.

Il PD arretra pesantemente dopo le celebrazioni del trionfo di Renzi appena un anno fa alle elezioni europee.  Se il logoramento di Berlusconi è avvenuto in lunghi anni, e c’è voluta una dura e ripetuta esperienza  nel suo stesso elettorato del contrasto tra le chiacchiere e i fatti, ed è ora inesorabilmente arrivato alla frutta, la sua reincarnazione renziana sta già scontrandosi con la delusione di una parte cospicua dell’elettorato di sinistra, senza che sia riuscito a sfondare nell’elettorato di destra.

Il Movimento 5 Stelle prende anch’esso meno voti in assoluto,  ottiene  comunque un risultato che gli consente  di essere  largamente insediato nelle istituzioni ed è  anch’esso atteso alla prova dei fatti. Soprattutto non potrà durare la contraddizione  tra le esigenze di pulizia e democrazia di cui sono portatori la gran parte dei militanti ed elettori provenienti specialmente dalle file della sinistra, e l’etero direzione autoritaria  del duo Grillo-Casaleggio.

La Sinistra  ha avuto ovunque un risultato al di sotto delle potenzialità e delle aspettative, e questo anche nelle Marche.

Leggi tutto il post »