PDCI-Ancona

il Blog dei comunisti italiani, sezione “Tina Modotti”

Archivi per Luglio, 2015

CONGRATULAZIONI DA FIDEL AD ALEXIS TSIPRAS

Mercoledì, Luglio 8th, 2015

<!--enpts-->fidel2.jpg<!--enpte-->  Fidel Castro ha scritto al premier greco Tsipras:

“Mi congratulo calorosamente per la sua brillante vittoria politica, i cui dettagli mi sono noti grazie al canale TeleSur.

La Grecia è molto familiare tra i cubani. Ci ha insegnato la Filosofia, l’Arte e le Scienze dell’età antica, al tempo dei nostri studi scolastici, e, insieme a esse la più complessa tra tutte le attività umane: l’arte e la scienza della politica.

Il suo paese, soprattutto con il valore che ha dimostrato nella situazione attuale, suscita ammirazione tra tutti i popoli dell’America Latina e dei Caraibi, di questo emisfero del mondo, al vedere come la Grecia difende la sua identità e la sua cultura.di fronte alle aggressioni provenienti dall’estero.

Non dimentichiamo che, un anno dopo l’attacco di Hitler alla Polonia, Mussolini ordinò alle sue truppe di invadere la Grecia e che questo coraggioso paese ha respinto l’aggressione e ha fatto retrocedere gli invasori, costringendo al dispiegamento dei blindati tedeschi in direzione proprio della Grecia, deviandoli dal loro iniziale obiettivo.

Cuba conosce il valore e il coraggio delle truppe russe che, unite alle forze del potente alleato, la Repubblica Popolare Cinese e le altre nazioni del Medio Oriente e dell’Asia, provano sempre ad evitare la guerra, e non permetteranno mai alcuna aggressione militare, senza che segua una risposta puntuale e incisiva.

Nell’attuale situazione politica del pianeta, quando la pace e la sopravvivenza della nostra specie sembrano appese ad un filo, ogni decisione deve essere accuratamente ponderata ed applicata, in modo che nessuno possa dubitare dell’onestà e della serietà con la quale i dirigenti più responsabili e seri lottano oggi per affrontare le calamità che minacciano il nostro mondo.

Le auguriamo – stimato compagno Alexis Tsipras – il più grande dei successi.

Fraternamente,

Fidel Castro Ruz

5 luglio 2015

IL NO VIGOROSO DEL POPOLO GRECO ALLA TROJKA APRE AI POPOLI D’EUROPA LA VIA DELLA DIGNITA’ E DELLA LIBERAZIONE

Lunedì, Luglio 6th, 2015

Gli elettori greci hanno dato una risposta chiara al quesito se accettare o no i diktat della trojka nel Referendum del 5 luglio:

SI (NAI)

38,7%

2.245.537 VOTI

NO (OCHI)

61,3%

3.558.450 VOTI

E’ un successo del NO che va ben al di là degli stessi quesiti proposti, in quanto espresso di  fronte all’intervento a gamba tesa nella campagna referendaria dei massimi responsabili delle istituzioni europee e del fondo monetario internazionale, che non hanno esitato a minacciare imposizioni di fallimento e l’esclusione dall’eurozona in caso di vittoria del NO.

Ora non solo la famigerata trojka rappresentativa della grande finanza usuraia, ma tutti i governi europei ognuno per la sua responsabilità dovranno decidere se cambiare politica aprendo ai diritti e agli interessi dei popoli, o proseguire sulla strada suicida  della discriminazione e dell’esclusione.

Il governo Tsipras, che aveva avuto con Syriza il 36% dei voti alle ultime elezioni politiche,  è stato ora investito con oltre il 61% dei suffragi di un forte ed inequivocabile mandato popolare.  Si vuole sì restare in Europa e nell’euro, ma non ad ogni costo.

La determinazione del popolo greco viene dalla consapevolezza acquisita che fuori dell’eurozona non c’è  il “diluvio”. Se le istituzioni e  gli altri governi europei, persistendo nel servilismo verso la finanza usuraia, dovessero imporre alla Grecia la fuoruscita dall’eurozona, oggi nel mondo ci sono altri soggetti  emergenti e influenti  che  possono fare da sponda per una politica indipendente.    C’è la Russia di Putin, contro cui l’Europa sta conducendo un’assurda e suicida guerra commerciale al seguito dell’imperialismo americano e a sostegno del fascismo ucraino; c’è la Cina governata dal partito comunista, grande paese senza debiti; ci sono i paesi tutti dei Brics in forte ascesa e che si stanno dotando di istituzioni finanziarie improntate a spirito democratico alternativo.

IL NO DEL CORAGGIOSO  POPOLO GRECO  AI  DIKTAT DELLA TROJKA APRE  DUNQUE  ANCHE ALL’ITALIA E AGLI ALTRI POPOLI D’EUROPA LA VIA  DELLA DIGNITA’, DELL’INDIPENDENZA E DELLA LOTTA PER LA LIBERAZIONE DAL DOMINIO OPPRESSIVO ED USURAIO DELLA FINANZA  EURO-AMERICANA .